Annibale, un viaggio – Hannibal, a journey.

img_0182

Busto detto di Annibale, marmo da Capua, Galleria del Quirinale, Roma – XVI secolo – Bust “of Hannibal”, from Capua. Marble. Quirinale Gallery, Rome, 16th century

“Annibale il crudele, il guercio, l’avido, lo sleale, l’uomo nero.. Annibale uomo senza donne, senza amici, senza figli, senza discendenza, senza emuli; esemplare unico e irripetibile. Annibale genio militare capace di leggere i pensieri dello stratega avversario e di condividere con le sue truppe i disagi più spaventosi. Come Napoleone anche lui ha dormito in mille letti, bevuto a mille sorgenti, rotto le briglia del cavallo in mille campi di grano. Ma a differenza di Napoleone non ha lasciato monumenti di sé. I romani ne hanno cancellato ogni traccia.” [P.Rumiz, Annibale un viaggio] Continua a leggere

Le Cave di Cusa, dove nacque uno dei più grandi templi del mondo greco. The quarries of Cusa.

Quando si va a Selinunte l’immagine che abbiamo negli occhi tutti quanti, è il famoso Tempio C con il suo lato nord di colonne che svettano sull’acropoli e la bellezza del Tempio E quasi tutto completamente ricostruito. Eppure per me il vero protagonista di questo incredibile sito archeologico è lui: il tempio G o Olympeion . Completamente in rovina con una unica colonna rimasta in piedi. Vi chiederete il perchè. Semplice. Prima di tutto è uno dei templi più grandi in assoluto del mondo greco e in secondo luogo le sue immense colonne furono create in una cava ben specifica con una storia particolare, interessante e un po’misteriosa. Continua a leggere

Mozia, gioiello dei Fenici che i Greci vollero a tutti i costi.

IMG_1985

“Dionigi dopo un’esplorazione dei luoghi con gli architetti, cominciò a costruire dei moli fino a Mozia e tirò a secco le navi da guerra all’entrata del porto. Completato il molo accostò alle mura macchine di ogni genere e iniziò a colpire le torri con gli arieti e a respingere con le catapulte quelli che combattevano sugli spalti.Gli abitanti di Mozia anche di fronte al pericolo reale non si lasciarono intimorire dalle forze di Dionigi sebbene in quel frangente non avessero alleati.” [Diodoro Siculo – Bibliotheca Historica] Continua a leggere

Annibale, gli elefanti, le Alpi, un enigma di 2234 anni.

Annibale è un altro di quei miti che non tramonteranno mai. E sapete perché?

ALPI + ANNIBALE = ELEFANTI

ELEFANTI +ANNIBALE = ALPI

ALPI+ ELEFANTI = ANNIBALE

Potete scambiare gli addendi come vi pare, ma il risultato non cambia. Continua a leggere

IL MITO DI ENEA

IMG_5567

II Tevere predice ad Enea la grandezza di Roma – P.Dardani, XVIII sec, Galleria  Nazionale di Parma

Su come Enea sia scampato alla distruzione di Troia ci sono più versioni. Su come sia riuscito a dare origine al più grande impero dell’antichità non essendo né un Ulisse né un Achille ma un vero e proprio figlio di mamma, è un mistero. Di testa sua non fece mai niente e l’unica volta che tentò di farlo fu fermato. Continua a leggere