“Caligula”. Un libro che sorprende.

“Caligula” di Maria Grazia Siliato – A. Mondadori Editore © 2005. #lerecensionidiVVMM#

Un viaggio coinvolgente e inaspettato, un’analisi ed una interpretazione che ti catturano sin dalle prime pagine con la leggerezza di un romanzo ma con la profondità della storia che viene spesso interpretata solo dai vinti. Caligola lo conosciamo tutti e di lui sappiamo attraverso le cronache letterarie di secoli che fu un imperatore folle, odiato da molti e per sempre cancellato con la damnatio memoriae“.  Eppure le fonti ci raccontano che quando fu eletto il popolo romano esultò, era il giovane figlio di Germanico (qui la sua bellissima statua) il generale amato da tutti che morì assassinato ad Antiochia e di Agrippina, una donna forte, bellissima, un esempio di fedeltà muliebre. Com’è possibile che nel giro di quattro anni fu invece considerato alla pari di una piaga infetta che avrebbe distrutto l’Impero? Continua a leggere

Il Lago di Nemi, Caligola e le sue navi.

Modello della seconda nave, scala 1:5 – The second ship’s model – Museo delle Navi di Nemi

Nemmeno la dea Diana Nemorense, il cui santuario sulle rive del lago era stato per secoli un grande luogo di culto riuscì a proteggere le due bellissime navi romane custodite dentro al museo che fu costruito appositamente per loro. La notte tra il 31 maggio e il 1º giugno del 1944 un incendio avvampò all’ interno del museo del piccolo lago e distrusse tutto. Le due navi, alcune piccole imbarcazioni, un’àncora e la documentazione andarono perdute per sempre. La storia delle Navi di Caligola è una storia archeologica che ha quasi dell’incredibile. – Not even the goddess Diana Nemorense, whose sanctuary on the banks of the lake had been a great place of worship for centuries, managed to protect the two beautiful Roman ships kept inside the museum that was built for them. The night between May 31 and June 1, 1944, a fire burned inside the museum and destroyed everything. The two ships, some small boats, an anchor and the documentation were lost forever. The history of the Caligola’s ships recovery is an archaeological history that is almost extraordinary.

Continua a leggere

GIULIO CESARE GERMANICO

Immagine

Germanico,statua di bronzo I sec d.C, Museo Archeologico di Amelia,Umbria
Foto by CD ( CC-BY)

Statua in bronzo di Giulio Cesare Germanico ritrovata nel 1963 ad Amelia l’antica cittadina romana di Ameria in Umbria. La statua di grande valore vista la rarità di opere complete in bronzo che sono riuscite ad arrivare ai nostri giorni, si trova oggi al Museo Archeologico di Amelia. L’acconciatura iconografica e i lineamenti facciali della testa lo identificano con Germanico (15 a.C – 19 d.C) figlio di Druso Maggiore fratello di Tiberio e futuro padre di Caligola. Morì giovane ad Antiochia dopo che era stato adottato nel 4 d.C, per volere di Augusto, dallo zio Tiberio.

The bronze statue of Julius Caesar Germanicus found in 1963 in Amelia the ancient Roman town of Ameria in the Umbria region. The statue of great value given the rarity of complete works in bronze that managed to get to this day, is now in the Archaeological Museum of Amelia.The iconographic hairstyle and facial features of the head identify him with Germanicus (15 B.C. – 19 d.C) son of Nero Claudius Drusus the brother of Tiberius and the future father of Caligula. He died young in Antioch after it had been adopted in 4 d.C, because of the will of Augustus, by his uncle Tiberius 

Continua a leggere