Un generale e una strada amata dagli dei – A general and a road loved by the gods

Ai miei followers italiani and to all my international followers! 🙂

Un racconto breve per farvi innamorare di una antica strada romana che in pochi conoscono ma che una volta vista vi resterà nel cuore per sempre ❤ – A short story to let you fall in love with an ancient Roman road that few know about, but  once you have seen it, it will remain in your heart forever ❤

#meilibri# #FlaminiaMilitare# #LaViadegliDei# #TheTrailoftheGods# #MilitaryFlaminiaRoad# #books#

E-book italiano:

“Una strada perduta tra i boschi. I passi di una legione romana portate dal vento. Un viaggio sull’Appennino si trasforma così in un confronto con la storia e con gli dei del passato, alla ricerca dello spirito di un generale che fu dimenticato tra le ombre di montagne antiche. Un uomo misterioso davanti ad un fuoco in una notte d’inverno riaprirà le porte del mito lasciandoci camminare sulle orme di milioni di passi che per secoli gli dei e le montagne vollero nascondere al mondo.

E-book english:

A lost road in the woods. The steps of a Roman legion brought by the wind. A trip to the Apennines mountains thus becomes a confrontation with history and with the gods of the past in search of the spirit of a general who was forgotten in the shadows of ancient mountains. A mysterious man in front of a fire on a winter night will reopen the doors of the myth and let us walk in the footsteps of millions of strides that for centuries the gods and the mountains wanted to hide from the world.

BUONA LETTURA!!  ENJOY! 🙂

Lucio Voreno e Giulio Cesare in marcia verso Roma si fermarono a Bevagna?

[“Erant in ea legione fortissimi viri centuriones qui iam primis ordinibus adpropinquarent, Titus Pullo et Lucius Vorenus, hi perpetuas inter se controversias habebant, uter alteri anteferretur, omnibusque annis de loco summis simultatibus contendebant.” ] 

Vi erano in quella legione due valorosissimi ufficiali. ormai vicini al rango di primi centurioni: Tito  Pullione e Lucio Voreno. Fra loro non cessavano mai di contendere sul primo posto e ogni anno se lo disputavano con grande accanimento.” [Libro V De Bello Gallico – G. Cesare] Continua a leggere