Un generale e una strada amata dagli dei – A general and a road loved by the gods

Ai miei followers italiani and to all my international followers! 🙂

Un racconto breve per farvi innamorare di una antica strada romana che in pochi conoscono ma che una volta vista vi resterà nel cuore per sempre ❤ – A short story to let you fall in love with an ancient Roman road that few know about, but  once you have seen it, it will remain in your heart forever ❤

#meilibri# #FlaminiaMilitare# #LaViadegliDei# #TheTrailoftheGods# #MilitaryFlaminiaRoad# #books#

E-book italiano:

“Una strada perduta tra i boschi. I passi di una legione romana portate dal vento. Un viaggio sull’Appennino si trasforma così in un confronto con la storia e con gli dei del passato, alla ricerca dello spirito di un generale che fu dimenticato tra le ombre di montagne antiche. Un uomo misterioso davanti ad un fuoco in una notte d’inverno riaprirà le porte del mito lasciandoci camminare sulle orme di milioni di passi che per secoli gli dei e le montagne vollero nascondere al mondo.

E-book english:

A lost road in the woods. The steps of a Roman legion brought by the wind. A trip to the Apennines mountains thus becomes a confrontation with history and with the gods of the past in search of the spirit of a general who was forgotten in the shadows of ancient mountains. A mysterious man in front of a fire on a winter night will reopen the doors of the myth and let us walk in the footsteps of millions of strides that for centuries the gods and the mountains wanted to hide from the world.

BUONA LETTURA!!  ENJOY! 🙂

Annibale, un viaggio – Hannibal, a journey.

img_0182

Busto detto di Annibale, marmo da Capua, Galleria del Quirinale, Roma – XVI secolo – Bust “of Hannibal”, from Capua. Marble. Quirinale Gallery, Rome, 16th century

“Annibale il crudele, il guercio, l’avido, lo sleale, l’uomo nero.. Annibale uomo senza donne, senza amici, senza figli, senza discendenza, senza emuli; esemplare unico e irripetibile. Annibale genio militare capace di leggere i pensieri dello stratega avversario e di condividere con le sue truppe i disagi più spaventosi. Come Napoleone anche lui ha dormito in mille letti, bevuto a mille sorgenti, rotto le briglia del cavallo in mille campi di grano. Ma a differenza di Napoleone non ha lasciato monumenti di sé. I romani ne hanno cancellato ogni traccia.” [P.Rumiz, Annibale un viaggio] Continua a leggere

Il “Libraio di Selinunte”, un libro che potrebbe essere una canzone.

IMG_1827

download“Ci deve essere stata una convinzione incrollabile in chi costruiva. Non era solo per stare al coperto, ripararsi dalla pioggia: ci dev’essere stata in loro la certezza assoluta di essere più del giorno che passa, oltre gli anni e di là dal tempo”…. Continua a leggere

GAIO GIULIO CESARE

IMG_2208

RITRATTO – I SEC A.C – Palazzo Massimo, Roma

SVETONIO – VITA DEI CESARI: alcuni estratti su Cesare e la sua grande personalità! 
“Riunitosi alle sue coorti presso il fiume Rubicone, che segnava il confine della sua provincia, si fermò per un attimo e, considerando cosa stava per intraprendere, si rivolse a quelli che gli erano più vicini dicendo: «Siamo ancora in tempo a tornare indietro, ma se attraverseremo il ponticello, dovremo sistemare ogni cosa con le armi.” “Andiamo dove ci chiamano i segnali degli dei e l’iniquità dei nostri nemici. Il dado è tratto”.

SVETONIUS – THE TWELVE CAESARS: excerpts of Caesar and his great personality!

“Meeting his cohorts at the river Rubicon, which marked the boundary of his province, he paused for a moment and considering what he was about to undertake, he turned to those who were closest to him, saying: “There is still time to turn back, but if we cross the bridge, we’ll have to fix everything by force of the arms. ” “We go where  the signals of the gods and the iniquity of our enemies call us. The die is cast.Continua a leggere

“IPAZIA. Vita e sogni di una scienziata del IV secolo”. Un libro, un film,una donna coraggiosa.

ÀGORA

Scena dal film AGORA’ di Amenabar (2009 ) – Photo source Pinterest.com

Ipazia rappresenta il simbolo dell’amore per la verità, per la ragione, per la scienza che aveva fatto grande la civiltà ellenica. L’assassinio di Ipazia fu un altro atroce episodio di quel ripudio della cultura e della scienza che aveva causato nel III sec d. C la distruzione della straordinaria biblioteca alessandrina che si dice contenesse 500.000 volumi. Questa storia romanzata ma vera di Ipazia ci insegna ancora oggi quale e quanto pervicace possa essere l’odio per la ragione e il disprezzo per la scienza. E’ una lezione da non dimenticare, è un libro che tutti dovrebbero leggere.” Margherita Hack -[ 1922-2013, Astrofisica] Continua a leggere

Lucio Voreno e Giulio Cesare in marcia verso Roma si fermarono a Bevagna?

[“Erant in ea legione fortissimi viri centuriones qui iam primis ordinibus adpropinquarent, Titus Pullo et Lucius Vorenus, hi perpetuas inter se controversias habebant, uter alteri anteferretur, omnibusque annis de loco summis simultatibus contendebant.” ] 

Vi erano in quella legione due valorosissimi ufficiali. ormai vicini al rango di primi centurioni: Tito  Pullione e Lucio Voreno. Fra loro non cessavano mai di contendere sul primo posto e ogni anno se lo disputavano con grande accanimento.” [Libro V De Bello Gallico – G. Cesare] Continua a leggere