Un Museo della Musica che Teutoburgo in confronto fu una passeggiata.

NOTA : [Questo è stato il mio primo tentativo dopo secoli e secoli, di affrontare un museo che non fosse un museo archeologico. Attirata dalla locandina della mostra esposta all’interno del museo, “La Passione di Cleopatra”, avevo pensato che un po’ di romanità avrebbe senz’altro reso tutto più semplice…ecco. No. ]

img_6459

Ritratto di Wolfgang Amadeus Mozart – Anonimo austriaco, 1777

Nel mio continuo tentativo di superare agosto decido di iniziare a visitare tutti i musei che non ho ancora visto della mia amata Bologna ..cioè tutti tranne il Museo Archeologico, il Museo di Storia Naturale e il museo della Memoria di Ustica, visti più volte.

..lo ammetto… gli altri musei mi hanno sempre un po’ annoiato, però considerato che agosto MI ANNOIA ancora di più, decido di recuperare…

MUSEO DELLA MUSICA 15 AGOSTO 2016

Entro…palazzo stupendo…antico..in pieno centro..mi faccio coraggio.

Di musica non ci capisco una fava nonostante alle medie mi abbiano fatto suonare l’organo e il flauto …

Nel museo c’è una mostra di un certo Pomodoro che espone oggetti della sua opera teatrale “La Passione di CLEOPATRA”.. Se c’è della storia romana mescolata con la musica forse ce la posso fare…. continuo a pensare.

SALA 1 : c’è un’arpa gigantesca del 1500.. mi vengono in mente tutte le MUSE dell’Olimpo…

SALA 2 : c’è un affresco con Enea e Didone davanti alla grotta dove si rifugiarono facendola in barba a tutti….mi vengono in mente ANNIBALE E SCIPIONE

Nella sala ci sono opere di un certo Martini…penso subito che sia un compositore e invece no…è un frate, fondatore del primo museo della musica……sembra anche piuttosto famoso….prendo appunti mentalmente perchè questo qui era BOLOGNESE…giusto per evitare figuracce future, non si sa mai, per ora mi sono salvata ma meglio non sfidare la sorte.

SALA 3: c’è il pezzo forte, quello che mi ha convinto ad iniziare da questo museo … Il COMPITO scritto da Mozart a 14 anni quando era a Bologna a studiare proprio da padre Martini…mi viene subito in mente il film AMADEUS…(di Mozart conosco tutte le opere..mio padre quando ero bambina le ascoltava dalla mattina alla sera)

Compito di Mozart con appunto di Padre Martini.

Compito di Mozart con appunto di Padre Martini.

 

SALA 4 : strumenti e musicisti a me sconosciuti del ‘400 e del ‘600..per DIGNITA’ alle telecamere faccio finta di interessarmi al ritratto di un tizio con una parrucca assurda..

SALA 5 : testi musicali antichi…strumenti sconosciuti dai nomi improponibili…tiorbe, serpentoni, corni e pochette…l’unica cosa che riconosco è un VIOLINO..

Alzo gli occhi alle pareti e un Apollo e una Musa affrescati mi fanno sentire meno sola….

img_6465 img_6467

SALA 6 : dedicata a Farinelli…poverino…mi viene in mente…bhè non lo posso dire…

SALA 7 : Giuseppe Verdi …mi viene in mente l’ARENA di Verona

SALA 8 …Rossini….non mi viene in mente niente…ah sì…l’occhio mi cade su un testo del Barbiere di Siviglia….ah sì è vero…è lui….vabbè..mi viene in mente che la prossima estate andrò a Siviglia …

SALA 6 e 7 e 8…nomi sconosciuti..flauti traversi e clarinetti.. sto per soccombere da tanta ignoranza.. sto raggiungendo l’uscita….

Improvvisamente GIULIO CESARE E CLEOPATRA!

L’occhio mi cade su una teca dove ci sono due libretti antichi delle opere teatrali dedicate ai due personaggi storici. I loro NOMI  sono una boccata d’ossigeno!!

img_6468 img_6470

Ormai sono salva PENSO.. posso uscire…

e……invece NO….

.l’ANANKE GRECA … personificazione o potenza del DESTINO, della NECESSITA’ inalterabile e del FATO, scende dall’ OLIMPO e prende le sembianze di una signora anziana MOLTO DISTINTA tutta vestita di BIANCO…

– Lei è di Bologna?

Sì…rispondo mesta .. ho un brutto presentimento

– Oh finalmente una italiana che parla italiano!

( bhè sì, è quello che fanno gli italiani, penso…)

– Questi stranieri sono sì una benedizione ma che fatica!!

– La conosce la LIRICA? continua subito dopo…

ehm…NO…rispondo …

(ho già l’istinto della fuga che pompa nelle vene…ma la signora è davanti alla porta della sala…)

– vabbè fa lo stesso…..La conosce la CHIESA DEL COLOMBANO?

(Mi guarda fissa..il suo profumo è inebriante, dolce…sa di casa, di nonne e di mamme…vorrei abbracciarla ma lei è lì per distruggermi…i miei neuroni me lo urlano tra le orecchie)

ehm….NO

NOOO??????

C’è una collezione di strumenti musicali bellissima! Ci deve andare! sa dove’è?

ehm…le CHIESE non sono la mia passione… rispondo

– lasci stare.. lasci stare le Chiese! ci deve andare per la mostra degli strumenti..un gioiello…è vicino al MUSEO MEDIEVALE. Ha presente? lo ha visto? C’è mai andata???

E’ in Via Manzoni! continua..

( vorrei sparire…)

ehm…NO..ma ci voglio andare in settimana, è in agenda! rispondo sperando di guadagnare qualche punto..

Comincia a guardarmi come mi guardava mia madre quando non avevo ancora apparecchiato la tavola all’ora di cena..

– Questa CITTA’ ha così tante belle cose da vedere…LEI ci deve andare!!

La conosce la CHIESA SANTA MARIA DELLA VITA? continua…

(è la fine…. mi guardo intorno…i ritratti dei grandi musicisti sulle pareti mi fissano ostili e schifati)

ehm…no………..

– NOO??? NON CONOSCE IL COMPIANTO????

(SONO SALVA!!! sì sì il Compianto lo conosco bene !!!! )

sì sì..ho fatto anche una marea di foto!! rispondo felice.

– AH ..BENE….

( l’ho spiazzata penso….ce l’ho fatta!)

– Ma lo sa che Padre Martini scrisse una BOLLA PAPALE per chiedere al Papa di aprire un museo della Musica qui a Bologna nel 1750??

…non ce la faccio più…

ma lo sa di quale Papa STO PARLANDO??

…ormai vedo CARONTE arrivare remando…per me di Papa ne è esistito uno solo in tutta la storia dell’umanità…Giovanni Paolo II…vorrei dirglielo prima di salire sulla barca…

ehmm…NO..rispondo…

NON LO SA??? IL GRANDE PAPA CHE PERMISE ALLE DONNE DI ANDARE ALL’UNIVERSITA’??? IL GRANDE PAPA BOLOGNESE!!

Bolognese?? oh no…anche lui….per un attimo vorrei essere stata trovata sotto un cavolo in Nuova Zelanda…

provo a sforzarmi a ricordare….. continuo a ripetermi che ho fatto il classico accidenti .. ma non ce la faccio…niente…mi viene solo in mente IPAZIA che invece fu massacrata dalla Chiesa proprio perchè voleva studiare…

la guardo disperata..

il REQUIEM DI MOZART mi rimbomba nelle orecchie….

– PAPA Benedetto XIV!!

.. ora mi guarda come mi guardava mia nonna quando a tavola non mangiavo mai la carne…cioè con rassegnata dolcezza…

Ecco guardi le faccio vedere la bolla…MA SOLO PERCHE’ LEI è BOLOGNESE!

(graziata da tanta magnanimità non meritata guardo dentro al cassetto che apre da sotto una teca…)

prego che sia la fine di quell’interrogatorio…sono ormai demolita

guardo la bolla partorendo la mia espressione migliore di grande stupore….e poi la guardo supplicante…

lei mi osserva soddisfatta attraverso i suoi occhiali dorati da prof … mi saluta…e se ne va.

Rimandata a settembre con 2!! …vedo la nuvoletta sulla sua testa..

SOLO PERCHE’ LEI E’ BOLOGNESE CAPITO??? ripete mentre scompare…

Cosa avrà voluto dire???? 🙂 😦

Tra me e l’arpa muta lì di fianco non c’è nessuna differenza. Due silenzi all’unisono.

Esco dal museo sentendomi come AUGUSTO quando perse tre legioni a TEUTOBURGO.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...