Due cavalli, un magistrato con il suo libro e un’aquila.Tarquinia, un museo da scoprire.

Two horses, a magistrate with his book and an eagle. Tarquinia, a museum to discover.

IMG_5651

I cavalli alati – The winged horses – Museo Archeologico di Tarquinia

Il Museo Archeologico di Tarquinia è uno dei più belli per quanto riguarda il mondo Etrusco. Una visita imperdibile, dove troverete opere meravigliose e particolari ritrovate soprattutto nelle necropoli vicine. In questo articolo ho scelto di esporre le opere che in questa mia seconda visita al museo mi hanno colpito di più, esporre tutto quello che si trova qui sarebbe compito arduo.The Archaeological Museum of Tarquinia is one of the best ones of the Etruscan world. It’s a must visit, where you’ll find wonderful works mainly found in the nearby necropolis. In this article I have chosen to exhibit the works that in this my second visit to the museum, struck me most, because to tell about everything that is in here would be a hard task.

I CAVALLI ALATI – THE WINGED HORSES

Nel 400-390 a.C fu costruito sul pianoro della Civita di Tarquinia il più grande tempio d’Etruria conosciuto fin dal 1800 come ARA DELLA REGINA. La pianta (lunga 71mt e larga 32mt )ricalca quella del tempio cosiddetto tuscanico cioè etrusco italico descritto da Vitruvio nel De Architettura ( I sec a.c). Il tetto in legno era rivestito di terracotte che avevano una funzione decorativa. Il frontone non era chiuso come nei templi greci e i cavalli alati furono trovati in corrispondenza dell’angolo sinistro e si ritiene che decorassero la testata della trave di sinistra.

Around 400-390 BC, the largest temple in Etruria was built on the Civita stretch of level ground in Tarquinia. Since 1800 it has been known as the ” Queen’s Altar”. The plan is 72mt long and 32 mt wide, it follows the so called Tuscan temple, that in Etruscan Italian is described by Vitruvius in De Architecture, end of I century BC. The wooden roof was covered by architectural terracottas that had ornamental purpose. The fronton was not closed like the Greek temples but open and the winged horses were found in correspondance of the left corner of the temple front and it is believed that they decorated the extremity of the left lintel.

IMG_2922

I CAVALLI ALATI – THE WINGED HORSES – Museo Archeologico di Tarquinia

THE RECONSTRUCTION OF THE TEMPLE QUEEN’S ALTAR

I cavalli alati sono opera di un artigiano etrusco che nel plasmarli all’inizio del IV sec a.C mostra una perfetta conoscenza della scultura greca di età classica ma resta nel contempo profondamente legato alla tradizione locale come rivelano la sproporzione volumetrica dei colli e delle teste rispetto al resto dei corpi esili e allungati e il gusto decorativo dei monili.

The winged horses are the work of an Etruscan craftsman who shaped them in the early fourth century BC . It shows a perfect knowledge of Greek sculpture of the classical age, but he remains at the same time deeply rooted to the  local tradition as the volumetric imbalance of the necks and the heads revealed, comparing them to rest of the slim and  elongated bodies and to the decorative style of jewelry as well.

IMG_5652

I cavalli alati – The winged horses – Museo Archeologico di Tarquinia

IL MAGISTRATO – THE MAGISTRATE

Il defunto Laris Pulena, è un uomo imberbe di età matura. Semidisteso sul coperchio con il gomito sinistro appoggiato su due cuscini egli dischiude con entrambe le mani un grande rotolo come per mostrare cosa vi è scritto. Si tratta della più significativa rappresentazione in un monumento figurativo etrusco di UN LIBRO, qui nella forma di un rotolo di papiro o di pelle alludente alla condizione privilegiata del defunto di iniziato ai misteri dionisiaci. La lunga incisione è di difficile comprensione, il testo si apre con la genealogia del defunto poi fa cenno alla sua attività di scrittore di libri aruspici e infine si parla delle cariche da lui ricoperte a Tarquinia. Secondo quarto del III sec a.C.

The deceased Laris Pulena, is a beardless man of mature age. Semi-reclining on the lid of the sarcophagus he is resting on two pillows and he opens with both hands a large roll as to show what it is written inside. This is the most significant representation in an Etruscan figurative monument of a BOOK, here in the form of a roll of papyrus or of skin alluding to the privileged status of the deceased as a initiated into the Dionysian mysteries The long engraving is difficult to understand, the text begins with the genealogy of the deceased then it mentions his role as books haruspices’ writer and  finally it says something about the positions he held in Tarquinia. Second quarter of the third century B.C.

 

IMG_5638

Sarcofago del Magistrato – Museo Archeologico di Tarquinia

IMG_5636

Sarcofago del Magistrato – Museo Archeologico di Tarquinia

IMG_5639

Dettaglio anello e del libro del Sarcofago del Magistrato – Museo Archeologico di Tarquinia

IMG_5640

Dettaglio del libro del Magistrato – Museo Archeologico di Tarquinia

L’AQUILA  – THE EAGLE

Nel cortile del museo si trova una statua acefala ai cui piedi si trova un’aquila. Non vi è una datazione o descrizione ma lo stesso sembrerebbe di epoca romana. Avendo sempre visto cani che rivolgono lo sguardo al loro padrone ai piedi delle statue, questa aquila ha qualcosa di speciale, un’immagine forte e romantica allo stesso tempo.

In the courtyard of the museum there is a headless statue at whose feet there is an eagle. There is not a dating or a description about it  but it would seem from the Roman era. Having always seen dogs that turn their gaze to their master at the foot of the statues, this eagle has something special, a strong and romantic image at the same time.

IMG_5711

L’aquila ai piedi di statua acefala – Museo Archeologico di Tarquinia

IMG_5712

Aquila ai piedi di statua acefala – Museo Archeologico di Tarquinia

ALTRE BELLEZZE – OTHER BEAUTIES

 

 

Fonte:  MUSEO ARCHEOLOGICO DI TARQUINIA

One thought on “Due cavalli, un magistrato con il suo libro e un’aquila.Tarquinia, un museo da scoprire.

  1. Pingback: 2016 un anno on the road…i colpi di fulmine di VVMM! | Verba Volant Monumenta Manent

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...