GAIO GIULIO CESARE

IMG_2208

RITRATTO – I SEC A.C – Palazzo Massimo, Roma

SVETONIO – VITA DEI CESARI: alcuni estratti su Cesare e la sua grande personalità! 
“Riunitosi alle sue coorti presso il fiume Rubicone, che segnava il confine della sua provincia, si fermò per un attimo e, considerando cosa stava per intraprendere, si rivolse a quelli che gli erano più vicini dicendo: «Siamo ancora in tempo a tornare indietro, ma se attraverseremo il ponticello, dovremo sistemare ogni cosa con le armi.” “Andiamo dove ci chiamano i segnali degli dei e l’iniquità dei nostri nemici. Il dado è tratto”.

SVETONIUS – THE TWELVE CAESARS: excerpts of Caesar and his great personality!

“Meeting his cohorts at the river Rubicon, which marked the boundary of his province, he paused for a moment and considering what he was about to undertake, he turned to those who were closest to him, saying: “There is still time to turn back, but if we cross the bridge, we’ll have to fix everything by force of the arms. ” “We go where  the signals of the gods and the iniquity of our enemies call us. The die is cast.

Julius_Caesar_Coustou_Louvre_

Julius_Caesar_Coustou_Louvre_ Wiki – photo public domain

“Quando la battaglia era incerta, faceva allontanare i cavalli, il suo per primo: così costringeva tutti a resistere ad ogni costo, dal momento che aveva sottratto le risorse della fuga.”

“When the battle was uncertain, he moved away the horses, his one first:so he forced everyone to resist at all costs, since he had taken from them the resources of the escape”.

Gaius_Iulius_Caesar_(Vatican_Museum) - Wiki photo public domain

Gaius_Iulius_Caesar_(Vatican_Museum) – Wiki photo public domain

“Ad Alessandria, durante l’attacco ad un ponte, una improvvisa sortita del nemico lo obbligò a saltare su una barca, ma poiché un gran numero di soldati ci si buttò contro, si tuffò in mare e, nuotando per duecento passi, si mise in salvo presso la nave più vicina, tenendo alzata la mano sinistra per non bagnare i libri che portava con sé e stringendo fra i denti il suo mantello di generale per non lasciare al nemico una simile spoglia.”

“In Alexandria, during the attack on a bridge, a sudden sally of the enemy forced him to jump on a boat, but since a large number of soldiers threw themself against him, he dived into the sea and swam for two hundred steps, saving himself at the nearest ship, holding with raised left hand to not to wet the books he wasclenching in his teeth his general’s cloak  to not let the enemy have a similar spoil.”

IMG_5620

DENARIO IN ARGENTO – GIULIO CESARE DITTATORE ( 49-44 AC) Museo Archeologico Bologna

“…quando doveva fare qualche comunicazione segreta, si serviva di segni convenzionali, vale a dire accostava le lettere in un ordine tale da non significare niente: se si voleva scoprire il senso e decifrare lo scritto bisognava sostituire ogni lettera con la terza che la seguiva nell’alfabeto, ad esempio la A con la D, e così via.”

“…when he had to make some secret communication, he used conventional signs, ie approached the letters in an order that they do not mean anything and if you wanted to discover the meaning and deciphering the script you had to replace each letter with the third one who followed in  alphabet, for example, the A with D, and so on. “

IMG_7904

Busto di Giulio Cesare, marmo, provenienza sconosciuta, primo quarto I sec a.C – Museo Archeologico di Corinto

 

Bibliografia: Svetonio VITA DI CESARI

download

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...