Il Satiro Danzante ripescato dall’oblio da Capitan Ciccio!

IMG_1786

Il Satiro Danzante IV secolo a.C – Museo del satiro Mazara del Vallo

Mi piace pensare che la storia di questa splendida statua di bronzo ripescata dal mare sia una storia almeno un po’ avventurosa.  Una tempesta, un tesoro perduto e un piccolo peschereccio dal nome gentile che navigando tra reti e gomene, si ritrova catapultato sotto i riflettori del mondo per aver strappato dall’oblio dei fondali di un mare cristallino, una meraviglia dell’antichità. E che meraviglia!

Il Satiro Danzante, così è stato battezzato.

I like to think that the history of this beautiful bronze statue fished out from the sea, is a story at least a little bit adventurous. A storm, a lost treasure and a small fishing boat with a gentle name that navigating between nets and hawsers finds itself catapulted into the spotlight of the world for having ripped from the oblivion  a marvel of antiquity from the seabed of a clear sea . And what a treasure!

The Dancing Satyr, so it was baptized.

Capitan Ciccio, il nostro peschereccio, durante una pesca notturna fuori dalle coste siciliane di Mazara del Vallo si ritrova impigliata nelle reti una gamba bronzea. Si accende la curiosità e si ritorna sul luogo del ritrovamento. Nella notte tra il 4 e il 5 Marzo del 1998 viene recuperata la statua a cui apparteneva la gamba. La sua bellezza viene notata immediatamente. I marinai raccontano che quando l’appoggiarono sul ponte rimasero da subito affascinati e ipnotizzati da rimanere tutta la notte svegli ad ammirarla.

IMG_1776

Il Satiro Danzante IV secolo a.C – Museo del satiro Mazara del Vallo

 

Captain Ciccio, our fishing boat, during a night of fishing outside the Sicilian coast of Mazara del Vallo in Sicily, finds entangled in the nets a bronze leg. It lights up the curiosity and so it returns to the scene of the discovery. In the night between 4 and 5 March 1998 it was recovered the statue to which the leg belonged. Its beauty is noticed immediately. The sailors say that when it was leaned on the deck they remained immediately fascinated and hypnotized so much to stay awake all night to admire it.

La statua viene reputata essere un prodotto originale dell’arte greca di epoca classica , datata probabilmente IV sec a.C si ritiene che possa appartenere alla mano di Prassitele ed essere in particolare il satiro “periboetos“, citato da Plinio il Vecchio. La sua incredibile somiglianza con un altro satiro danzante davanti al dio Dioniso seduto raffigurato su un vaso attico datato al IV secolo a.C. ne danno una quasi certa identificazione anche se c’è chi sostiene che la plasticità del suo movimento sia da attribuire ad una scuola più recente, intorno al III o II sec a.C.

The statue is reputed to be an original product of Greek art of the classical era, dated probably fourth century B.C. it is believed that it belongs to the hand of Praxiteles and be in particular, the satyr “periboetos”, mentioned by Pliny the Elder. Its amazing similarity with another satyr dancing in front of the god Dionysus depicted seated on an Attic vase dating to the fourth century BC gives an almost certain identification although some say that the plasticity of his movement can be attributed to a newer school, around the third or second century BC

IMG_1789

Il Satiro Danzante IV secolo a.C – Museo del satiro Mazara del Vallo

Da quale nave provenga non si sa. Forse da una nave commerciale diretta in Tunisia, carica di preziosi e affondata per una tempesta oppure una nave assalita da qualche altra nave proprio per essere depredata. Solo ipotesi ovviamente. Ma di certo una storia misteriosa.La scultura rappresenta un satiro, essere mitologico facente parte del corteo orgiastico del dio greco Dioniso.Il satiro è colto nel momento dell’estasi della danza orgiastica. La testa reclina e abbandonata, le labbra dischiuse, i capelli sciolti e fluenti, la torsione del busto indicano un’ebrezza e un abbandono al delirio della danza.

From what ship it comes from, it is not know. Perhaps from a commercial ship sailing to Tunisia, full of valuable workst sank due to a storm or a ship attacked by some other ship just to be sacked. Only hypotheses of course. But certainly a mysterious story. The sculpture depicts a satyr, mythological creature,who was part of the orgiastic cortege of the greek god Dionysus. The satyr is caught in the moment of ecstasy during the orgiastic dance. The head is inclined and abandoned, his lips disclosed, his hair loose and flowing, his torso indicates an abandonment to the delirium of the dance.

Sottoposta ad un raffinato e splendido restauro durato 5 anni fece la sua prima apparizione pubblica nel 2003 a Palazzo Montecitorio per una mostra a lui dedicata. Successivamente e da allora, la statua è tornata a Mazara del Vallo.

La bellissima opera è conservata nel Museo del Satiro situato all’interno della Chiesa di S. Egidio a Mazara del Vallo in Piazza Plebiscito. All’interno del Museo è possibile vedere un bellissimo video del ritrovamento e di tutte le fasi del restauro!

Submitted to a refined and beautiful restoration that lasted five years he made his first public appearance in 2003 at Palazzo Montecitorio in Rome for an exhibition dedicated to him. Subsequently, and since then, the statue has returned to Mazara del Vallo inSicily .The beautiful work is preserved in the Museum of the Satyr located inside the Church of S. Egidio in Mazara del Vallo in Piazza Plebiscito. Inside the museum you can see a beautiful video of the discovery and of all phases of the restoration! Worth to watch it!

IMG_1795

Il Satiro Danzante IV secolo a.C – Museo del satiro Mazara del Vallo

Il Museo

One thought on “Il Satiro Danzante ripescato dall’oblio da Capitan Ciccio!

  1. Pingback: 2016 un anno on the road…i colpi di fulmine di VVMM! | Verba Volant Monumenta Manent

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...