La Villa di Manlio Vopisco, protetta dalla Sibilla e da un’incredibile cascata!

IMG_7054

Entrata Villa di Manlio Vopisco, Tivoli – The entrance of the Villa,Tivoli

 

Parco di Villa Gregoriana a Tivoli. Il Tempio della Sibilla e il Tempio di Vesta erano le uniche due bellezze romane che mi aspettavo di vedere una volta varcato il grande cancello del Parco. Non solo, ma il nome del parco induce a pensare che ci sia anche una Villa Gregoriana che in realtà invece non c’è. Il parco è la creazione di un’area naturale di grande valore storico e paesaggistico nella valle scoscesa tra la sponda destra dell’ Aniene e l’antica acropoli romana. La creazione di un grande giardino romantico voluto da Papa Gregorio XVI che aveva voluto e cofinanziato i lavori per la deviazione e la canalizzazione in due gallerie artificiali delle acque dell’Aniene, che dopo l’alluvione del 1826 rappresentava un grande pericolo per il paese di Tivoli.

Villa Gregoriana Park. The Temple of the Sibyl and the Temple of Vesta were the only two Roman beauties that I expected to see once I walked throught the main gate of the park. Not only that, but the name of the park suggests that there is also a Gregorian Villa that actually there isn’t. The park is the creation of a natural area of a great historical landscape  which is located in Tivoli, in the valley between the steep right bank of ‘Aniene river and the ancient Roman acropolis.  It is the creation of a large romantic garden created by Pope Gregory XVI, who had wanted and co-financed work on the diversion and channeling into two tunnels of the Aniene waters, after the flood of 1826 represented a great danger to the country of Tivoli.

Mi incammino nel Parco e subito mi rendo conto di quanto sia scosceso il percorso all’interno di un bosco meraviglioso. L’itinerario di visita percorre l’intera Valle dell’Inferno, si discende lungo il fianco della montagna, arrivando con una piccola deviazione, dopo una scala completamente scavata nella roccia che si infila nel bosco, ad un piccolo belvedere. Qui mi ritrovo davanti al fiume e alla sua famosa cascata!

I start walking in the Park and immediately I realize how steep the path is in a beautiful forest. The itinerary runs through the entire “Valley of Hell”, it goes down along the side of the mountain, arriving with a little deviation, after a staircase fully excavated in the rock,  to a small viewpoint. Here I find myself in front of the river and its famous waterfall!

IMG_7038

Cascata dell’Aniene

IMG_7036

Cascata dell’Aniene

Uno spettacolo mozzafiato, con gli schizzi dell’acqua che ti arrivano addosso!  Un salto di 120 metri! assolutamente imperdibile! Proseguo e la seconda grande meraviglia che incontro ben nascosta nella vegetazione è la Villa di Manlio Vopisco, antica domus romana del II sec d.C. Durante i lavori di costruzione del Parco per deviare il corso del fiume  e salvare l’abitato della città dalle future alluvioni, vennero recuperati i resti di questa villa. Gli scavi  nel 1835 hanno quindi permesso il ripristino dei ruderi di questa domus che non erano più abitati dall’ inizio del III secolo.

A breathtaking spectacle, with the splashing of the water in the face!  A jump of 120 meters! absolute a must see! I go on and the second great wonder that I encounter well hidden in the vegetation  is the Villa of Manlio Vopiscus, ancient Roman house of the second century A.D. During the construction of the Park to divert the river and save the town from future floods, the remains of this villa were recovered. Excavations in 1835 thus allowed the restoration of the ruins of this domus that were no longer inhabited by the beginning of the third century.

IMG_7055

Veduta dal basso della villa di Manlio Vopisco, Tivoli

IMG_7040

Sostruzioni della Villa

Il complesso architettonico è perfettamente integrato nel bosco Se non avessimo a disposizione il bellissimo racconto della seconda metà del I secolo, del poeta latino Publio Papinio Stazio che parla dell’unicità di questoluogo, ci sarebbe difficile oggi, capire l’antica magnificenza di questo posto. Purtroppo il fiume con la sua forza e la sua umidità hanno reso difficile la sua manutenzione e con il tempo hanno distrutto praticamente tutto.

The architectural complex is perfectly integrated into the forest. The story of the second half of the first century by the Roman poet Publius Papinio explains the magnificence of this place. Unfortunately the river with his strength and humidity made difficult its maintenance and with time it have destroyed almost everything.

IMG_7046

Ambienti interni

Publio Manlio Vopisco era romano e non di Tivoli, console con Ainnio Hasta, nel 114 d.C, durante l’impero di Traiano, scelse Tivoli come luogo per la sua residenza. La scelta del luogo fu influenzata dalla presenza del Bosco Sacro di Tiburtino, ma anche della Grotta della Sibilla e soprattutto dal fatto che qui si trovavano i templi dell’Acropoli Tiburtina. Continuo a scendere nell’ombra della forra, incontrando lungo il sentiero la grotta di Nettuno e quella delle Sirene, su uno sfondo di fitta vegetazione. Arrivata in fondo risalgo dal lato opposto del letto antico del fiume fino all’acropoli, lungo un sentiero scavato dentro la montagna, molto suggestivo, e arrivo in cima dove ci sono i due templi databili attorno al I secolo a.C., uno rettangolare, detto della Sibilla  e l’altro rotondo, detto di Vesta.

Publius Manlius Vopiscus was a citizen of Rome and not Tivoli. Consul with Ainnio Hasta, in 114 AD, during the Trajan’s Empire, he chose Tivoli as a place for his residence. The choice of location was influenced by the presence of the Sacred Wood of Tiburtino, but also of the Cave of the Sibyl and especially by the fact that here were the Tiburtina Acropolis temples. So I am continuing to walk downhill in the shadow of the gorge, encountering along the path the Neptune cave and the Sirens caves, on a background of dense vegetation. Arrived at the bottom I start to walk uphill on the opposite side of the ancient river bed to the acropolis, along a path carved into the very picturesque mountain and arriving at the top where there are two temples dating from around the first century BC, a rectangular one  the Sibyl Temple and another round one, the Vesta Temple.

IMG_7059

Sentiero scavato dentro la roccia,Villa Gregoriana, Tivoli – the walking  path inside the mountain.

Arrivata in cima la vista che si ha di tutta la Valle dell’Aniene con alle spalle Tivoli è veramente bellissima, la fatica di tutto il percorso mi ha decisamente ripagata.  Un riassunto simpatico lo trovate  qui .

At the top the view we have of all the Aniene Valley   is really beautiful, the effort of the entire route has definitely rewarded me. 

La storia dell’impetuoso Aniene

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...