Il Lupo e la Nonna

 

GUBBIO

 

Arrivo alla chiesa di San Francesco ormai verso sera, stanca e come al solito un po’ di fretta. Ho letto che all’interno c’è la pietra su cui il Santo ammansì e parlò al Lupo e voglio assolutamente vederla.

Entro.

Non c’è nessuno tranne quattro persone che in fondo alla navata sembrano guardare per terra, quindi affretto il passo nella speranza che stiano guardando proprio la famosa pietra…

arrivo ma mi accorgo che in realtà stanno guardando una specie di grata ..

“Scusate sapete indicarmi dove si trova la pietra dove San Francesco ammansì il Lupo?” 

 

I quattro, due coppie fiorentine di mezza età, cascano dalle nuvole e mi dicono che no, loro neanche sapevano ci fosse. Ringrazio e mi allontano nella speranza di trovarmela da sola..

..cerca cerca ma niente..

mi accorgo che i quattro fiorentini hanno iniziato a seguirmi, evidentemente interessati a questa storia..

quando all’improvviso vedo entrare una piccola donna anziana che subito si siede in fondo alla chiesa…

 

la raggiungo e senza tanti salamelecchi chiedo:

“Mi scusi signora mi sa dire se è qui che si trova la pietra del Lupo di San Francesco?”

 

Due occhi neri e profondissimi circondati da un viso più vicino ai novanta che agli ottanta mi guardano e la nonnina risponde:

“La pietra del Lupo? non ricordo …vado subito a chiederlo al PRETE!”

Con scatto felino si alza e mi supera.

 

“No! No signora, lasci stare non si preoccupi!!” tento di fermarla ma lei è già partita per la sua missione..

(nella mia esperienza andare a cercare i preti in canonica non è mai cosa saggia, si infastidiscono sempre perché o stanno riposando o stanno pregando).

“Signora davvero fa lo stesso…”poi improvvisamente si gira e dice:

“La pietra del Lupo!!! Ma sì…è QUA FUORI!! “

 

 “Fuori dove?” chiedo.

  

“Qui fuori , fuori nel cortile della chiesa, in fondo in fondo…”

“Perfetto – dico. Andiamo!

 

Mi giro e mi ritrovo davanti le facce dei quattro fiorentini che guarda un po’ erano ancora lì, sempre alle mie spalle.

 

La nonnina parte in quarta. Facciamo tutti il giro della chiesa, seguendola in fila indiana, la nonnina ha un passo così deciso che ormai siamo certi della felice riuscita della missione. Facciamo il giro della Chiesa ma ahimè il giardino è chiuso da un cancello.

“ohhh…è chiuso…mi dispiace” dice la nonnina..con la sua vocina.

 

Sospiri generali…

 

“Niente. Bisogna andare dal prete!”

 

Fa dietrofront,riparte ed entra in chiesa.

No. Ancora col prete.

“No signora fa lo stesso….davvero….”

Niente …non si ferma.

La seguo.

 

Con passo deciso,rapido e claudicante ha già percorso di nuovo tutta la navata verso la canonica ( vedere foto allegata). Armeggia con la porta e poi da laggiù come se fossimo sul ponte di una nave invece che in chiesa mi urla:

“IL PRETE NON C’E’”! NON C’E’!! PERO’ SO DOV’E’!!

 

Di gran carriera va verso un piccolo confessionale di legno nell’angolo della navata, Da dietro la tenda si vede una luce accesa che evidentemente indica la presenza del prete.

OH NO!! Penso..no ferma!!

La nonnina spalanca la porta del confessionale e senza tanti complimenti dice:

“PADRE! La stavo cercando…la signora qui vuole sapere dov’è la pietra del Lupo!”

CHE COSA???” risponde il prete…urlando pure lui, colto di sorpresa.

 

Mi avvicino con il capo cosparso di cenere

“mi scusi padre se l’abbiamo disturbata….”

Incrocio due occhi circondati da un viso che di anni doveva averne almeno 120…

 

Vacillo per un attimo…ormai da sta situazione non esco più – penso.

 

“Sto cercando la pietra, quella dove san Francesco parlò al lupo…”

LA PIETRA DEL LUPO???? Urla tendendo l’orecchio.. visibilmente sordo..

Sì….

MA SI VUOLE CONFESSARE?

No…

“…la pietra del Lupo…si ricorda….”  ormai non ce la faccio più..

“PADRE, la pietra del Lupo, la signora la sta cercando!” viene in mio soccorso la nonnina.

 

AHHH…LA PIETRA DEL LUPO!! 

 

NO,NON è QUI, è ALLA CHIESA DELLA VITTORINA,ESCA GIRI A SINISTRA E VADA UN KM GIU’!”

 

La nonnina si illumina d’immenso, guarda me e i quattro speranzosi fiorentini che in religioso silenzio (almeno loro), erano sempre alle mie spalle.

 

Il prete guarda la nonnina e continua:

ALLORA NEMMENO LEI SI VUOLE CONFESSARE??

NO! Risponde la nonnina

NEMMENO VOI? diretto ai fiorentini…

no

no

no

no

ALLORA ANDATE!

SBAM!

Si richiude la porta e scompare dietro la sua lucina.

 

Per un attimo nella chiesa ritorna il sacro silenzio. “Io abito lì vicino se volete andiamo tutti insieme, vi accompagno” conclude felice la nonnina, per nulla stanca. Ma ormai la notte era scesa e tutti decidiamo che la pietra del Lupo saremmo andati a cercarla un’altra volta. Questa volta il Lupo la nonnina non se l’è mangiata ma le ha senz’altro regalato i 20 minuti più felici ed emozionanti della sua giornata. Ne sono certa.

🙂

One thought on “Il Lupo e la Nonna

  1. Pingback: Viaggiando, cercando, scrivendo e ridendo | Viaggio da sola perché

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...